Ritorna
REMOTE MILANO

Siamo molto felici di comunicarti che REMOTE MILANO ritorna!

Le repliche si svolgeranno in autunno ma ancora non siamo in grado di dirti esattamente le date.

Per rimanere aggiornat* sull’apertura della biglietteria
iscriviti alla nostra NL
oppure
scrivi a biglietti@zonak.it con oggetto “Aggiornami su REMOTE MILANO 2015“,  verrai inserit* in automatico nella mailing list dedicata.

 

Guarda REMOTE MILANO 2014

 

 

 

APERITIVO
con visioni in corto

Focus_Germania

Una selezione speciale di corti di giovani autori tedeschi dalle ultime edizioni del MilanoFilmFestival

In collaborazione con MilanoFilmFestival.

Consumazione obbligatoria a € 7,00

 

Bow Tie Duty For Squareheads (Fliegenpflicht für Quadratköpfe)
Stephan-Flint Müller, DEU, 2005, miniDV, 13
La mia vita a Berlino, con tutti i miei hobby e un’introduzione di tutti i miei amici. Ma ci sono
anche cappelli che pesano 10 tonnellate e manifesti che scoreggiano.

From Here to Eternity
Oliver Pietsch, DEU, 2010, HD, 40
Se la morte è il tabù più grande che il cinema ha dissolto, l’afterlife è pura immaginazione
portata in scena nei modi più svariati, da Murnau a Tim Burton. Pietsch, artista berlinese, ne ha
raccolto e montato un migliaio di sequenze, raggruppate per geniali associazioni: omicidi,
malattie e disastri naturali; castigo, limbo e perdono. Da Edwin S. Porter in su, il montaggio è
diventato Dio, e From Here to Eternity ne è una stupefacente celebrazione mortuaria.

Fucked
Paul Leyton , DEU, 2000, super8 , 8
Morte? Un uomo ha un incidente sul lavoro: mentre alcuni colleghi lo portano via, inizia a pensare al significato della vita e della morte, attraverso ricordi, fantasie ed incubi.

Under Ground (Unter der erde)
Christian Moris Müller, DEU, 2002, 35mm, 9
Unter der Erde è un film senza parole. Un tentativo di trascendere e rendere invisibili le barriere tra realtà diverse.

What Would the Drop Know About That? (Was weiss der Tropfen davon?)
Jan Zabeil, DEU, 2007, 16mm, 12
Un approccio atmosferico al palazzo del Reichstag, sede del Parlamento tedesco, attraverso gli occhi di due giovani addetti alle pulizie.

Twelve and a Half Minutes (Zwölf 1/2 Minuten)
Joschua Douma, DEU, 2003, Betacam, 14
Il componente medio delle nostra società (tedesca) è maschio, ha 38 anni e si alza alle 8:15 di mattina, In un giorno normale farà cose normali che lo porteranno a farsi un sacco di domande ogni sera sulla propria esistenza. Per fare questo ha di solito 12 minuti e mezzo una volta andato a letto prima di addormentarsi.

The Surprise (Die Überraschung)
Lancelot von Naso, DEU, 2004, 35mm, 10
Un film sull’inatteso. Spesso esiste una differenza molto sottile, o un intervallo di tempo molto ridotto, tra commedia e tragedia. Olaf vuole riconquistare la sua ex-fidanzata, e si intrufola nel suo appartamento per prepararle una sorpresa. Ma riuscirà a renderla felice? E chi resterà sorpreso alla fine?

Energy! (Energie!)
Thorsten Fleisch, DEU, 2007, miniDV, 5
Da un punto di vista puramente tecnico, lo schermo è animato da un fascio controllato di elettroni nel tubo catodico. Per realizzare Energie! una pellicola fotografica è stata esposta a una scarica di circa 30.000 volt e successivamente rieditata per dare vita a nuovi sistemi visivi di organizzazione degli elettroni.

Lovesick (Liebeskrank)
Spela Cadez, DEU/SVN, 2007, 35mm, 8
Un dolore al cuore, lacrime che non si asciugano mai e teste girate difficili da trattare, ma per fortuna non incurabili…

KLEISTER
un progetto fotografico per lo spazio pubblico

Focus_Germania

KLEISTER organizza mostre fotografiche nello spazio pubblico. I fotografi invitati si incontrano nel luogo deputato e incollano direttamente sulla parete le foto che essi stessi hanno scelto. La mostra rimane all’aperto, a disposizione di tutti, si trasforma col tempo e gli interventi dei passanti, finché sole e pioggia non cancellano completamente le immagini.

KLEISTER porta la fotografia sulla strada e sostiene giovani artisti e nuovi network creativi. E’ un progetto fotografico nato a Berlino dalla collaborazione tra Hannah Goldstein e Katja Haustein.

A cura di Kulturpalast Wedding e Hannah Goldstein.

DITTATURA E DEMOCRAZIA ALL’EPOCA DELL’ESTREMO. Illustrazione sulla storia dell’Europa nel 20°secolo

Focus_Germania

Nel 2014 si commemorano tre eventi storici davvero significativi: 100 anni fa scoppiò la Prima Guerra Mondiale, 75 anni fa la Seconda Guerra Mondiale e 25 anni fa cadde il Muro di Berlino.

La Fondazione Federale per l’analisi della dittatura del Partito Socialista Unificato, in collaborazione con l’Istituto di storia contemporanea di Monaco e la trasmissione radiofonica “Deutschlandradio Kultur”, ha concepito la mostra “Dittatura e democrazia all’epoca dell’estremo. Illustrazione sulla storia dell’Europa nel 20° secolo” (“Diktatur und Demokratie im Zeitalter der Extreme. Streiflichter auf die Geschichte Europas im 20. Jahrhundert”). Con 190 fotografie provenienti da innumerevoli archivi europei, la mostra illustra la drammatica storia del 20° secolo in Europa, vissuta fra libertà e tirannia, fra democrazia e dittatura.

In collaborazione con il Consolato Generale della Repubblica Federale di Germania a Milano.