(UN)COMMON SPACES 2020-2024

Sorry, this entry is only available in Italian. For the sake of viewer convenience, the content is shown below in the alternative language. You may click the link to switch the active language.

Il nuovo progetto di cooperazione (UN)COMMON SPACES 2020-2024, che riunisce 19 partner e 12 partner associati dall’Europa e dall’estero, è stato selezionato dalla Commissione Europea nell’ambito del programma Creative Europe e prenderà il via a novembre 2020.

In un momento in cui le nostre società stanno subendo notevoli cambiamenti, l’arte deve essere in prima linea per offrire nuove prospettive. Questi 4 anni consentiranno ai partner IN SITU di accompagnare molti creatori e creazioni in questi tempi difficili.
Tutti abbiamo più che mai bisogno di recuperare lo spazio pubblico, condividere a livello europeo e mettere artisti, organizzatori e società civile insieme, affinché pensino collettivamente al nostro presente e al nostro futuro.

I partner riuniranno attorno a loro una cerchia di artisti e di persone associate provenienti dal società civile. Questo nuovo formato collaborativo riflette la convinzione che la condivisione di capacità, visione artistica e pluralità di prospettive sia oggi il modo rilevante per garantire che le opere d’arte possano entrare in risonanza con un pubblico ampio e diversificato.

Il programma ruoterà attorno a una serie di attività: un programma di mobilità transnazionale guidato dalla partecipazione del pubblico, un supporto su misura per gli artisti a lungo termine, tra cui laboratori artistici, tutoraggi e coproduzioni, una serie di strumenti di formazione per arte nello spazio pubblico e in particolare per lo sviluppo del pubblico, e un ciclo di scambi tra artisti, organizzatori e la società civile, per rigenerare e affrontare le sfide del nostro spazio pubblico europeo oggi.

 “Artists perceive public spaces as UNCOMMON SPACES, their vision is essential for the inhabitants to share real COMMON SPACES.”

 


IN SITU partners:
Artopolis Association (Hungary), Atelier 231 (France), ty i Dny / Four Days (Czech Republic), FiraT rrega (Spain), Freedom Festival (The United Kingdom), Kimmel Center (The United States of America), La Strada (Austria), Metropolis (Denmark), Norfolk & Norwich Festival (The United Kingdom), Oerol Festival (The Netherlands), Østfold Internasjonale Teater (Norway), Teatri Oda (Kosovo), Provinciaal Domein Dommelhof (Belgium), Scène Nationale De L’Essonne (France), Uz Arts (The United Kingdom) and an association of 4 Italian partners: ZONA K / Indisciplinarte / Pergine Festival / Teatro Stabile Di Sardegna (Italy)

IN SITU associate partners:
Research & Education: Cifas (Belgium), Fai-Ar (France) / Cultural Operators – Europe: Anti Festival (Finland), Biela Noc (Slovakia), B ssola (Portugal), Strassentheater Detmold (Germany), Tomb es De La Nuit (France) / Cultural Operators – Asia: Hsingho Co. Ltd. & HoooH – Tainan Street Arts Festival (Taiwan), Linhai Art Festival (China), Start Festival (China), Seoul Street Arts Festival (South Korea), Sura Medura (Sri Lanka)


IN SITU, la rete europea per la creazione artistica nello spazio pubblico, è guidata da Lieux publics – centro europeo e nazionale per la creazione artistica nello spazio pubblico – con sede a Marsiglia (FR). Dal 2003 ha supportato oltre 250 artisti. Riunisce 19 partner e 12 partner associati provenienti da 21 paesi. Maggiori informazioni: www.in-situ.info

Condividi questa pagina: