VIDEO KIDS!

Tutti i video delle attività dedicati ai bambini di ZONA K raccolte in una speciale play list.

Guarda i risultati dei nostri lavori nelle scuole, nei campus estivi e nei nostri laboratori!

CLICCA QUI

LE “SCUOLE K”

Diversi sono gli istituti scolastici di Milano in cui ZONA K ha portato i propri progetti.

Stiamo lavorando con:
IC Locchi, via G.B. Passerini – Scuola Primaria
IC Pezzani, via Martinengo e via Oglio – Scuola Primaria
Lycée Stendhal, via Laveno – Scuola Primaria
Centro Educativo Fuoriclasse
IC Morosini-Manara – Scuola secondaria di primo grado
Scuola d’Infanzia Gli amici di Pooh
Scuole d’Infanzia del Municipio 1 (Porta Venezia, via Palermo, Spiga, Sant’Orsola, Ss.Trinità, Arena, S.Croce, Dandolo, Porta Vigentina, Crivelli, S.Croce, Porta Nuova).

Abbiamo lavorato con:
IC A. Diaz, via Sant’Orsola – Scuola Primaria
IC Moisè Loria, via Bergognone – Scuola Primaria
Scuola Materna via Quadrio (extracurricolare)
Scuola Materna di via Pier Capponi (extracurricolare)
IC Pascoli, plesso di via Rasori- Scuola Primaria (curricolare)
IC Morosini- Manara, via Morosini – Scuola Primaria (curricolare)
IC Confalonieri, via Govone – Scuola Secondaria di primo grado (extracurricolare)

Aggiornato al 19 giugno 2019

Vuoi portare i corsi di teatro di ZONA K nella tua scuola?
Scrivi a didattica@zonak.it.

Immagine: Designed by Freepik

GLI INSEGNANTI

FEDERICA DI ROSA – TEATRO e Responsabile della Didattica
Diplomata in Drammaturgia alla Scuola d’Arte Drammatica “Paolo Grassi” di Milano, lavoro con diverse realtà teatrali alla scrittura di testi per spettacoli ed eventi. Nell’ambito educativo e sociale, applico la mia esperienza di drammaturga all’ideazione e conduzione di laboratori di teatro e di scrittura per adulti, ragazzi e bambini. Ho coordinato e realizzato progetti di formazione con: Teatro della Tosse, Teatro Coccia, Eniscuola, Formattart, Alice in Città, Teatro Franco Parenti. Sono autrice e regista degli spettacoli di teatro ragazzi “Amico Immaginario Cercasi”, “Pippo vola sulla città”, e autrice di “Emile Utopia 250”, documentario teatrale sui temi dell’educazione, in collaborazione con il Dipartimento di Scienze dell’Educazione dell’Università di Torino. Dal 2015 sono responsabile della didattica per ZONA K: mi occupo dell’ideazione e della realizzazione dei progetti per bambini e ragazzi e coordino il lavoro di un team d’insegnanti di diverse discipline artistiche.

K come?  “Kaulon, antica città dove tutto comincia e ricomincia.”

DANIELE ANDRE’ – RAP
Sono Daniele Andrè in arte Diamante, un rapper con la passione per la scrittura. Negli anni dopo aver pubblicato diverse canzoni ho avuto il desiderio e l’opportunità di affiancare al lavoro di musicista e autore quello con i ragazzi dalle medie in su. Nei miei laboratori rap si cercano sempre nuove idee e nuovi spunti partendo dalla storia della cultura hip hop e dai suoi valori fondanti di pace, unità e divertimento. Tutto si regge sulla passione, sull’entusiasmo e sul rispetto, senza ovviamente tralasciare la musicalità.
Check it out!
K come?  “Kronos: il tempo che ci vuole, il tempo che si sceglie, il tempo che si crea”

FRANCESCA BADALINI – MUSICA
Ho amato e studiato la musica fin da piccola, all’inizio principalmente musica classica, in seguito si è aggiunto l’amore per il rock! E da sempre ho sentito l’esigenza di accostare e fondere la musica con le altre forme di espressione artistica, creando musiche per cinema, teatro, performance di danza e mostre d’arte. Nei laboratori che tengo mi piace ricercare questo aspetto di fusione tra le arti oltre che valorizzare la libera espressione dell’interiorità e del lato creativo insito in ognuno dei partecipanti, ma amo anche un altro aspetto che ritengo fondamentale: il creare qualcosa insieme, l’arte intesa anche come mezzo di condivisione e di comunicazione non solo con il pubblico ma anche con allievi o colleghi.

K come? “Costante, sì, come nelle formule scientifiche la costante che ritrovo in ogni forma d’arte: la libera espressione di se stessi e della propria creatività.”

ENZO BISCARDI TEATRO
Ho fatto teatro. Ho fatto l’educatore. Poi ho capito che potevo fare entrambe le cose e così ho unito la mia esperienza teatrale a quella di educatore professionale specializzandomi nella pedagogia teatrale progettando, gestendo e conducendo corsi di teatro per bambini, ragazzi e adulti. Sentirsi liberi di andare ovunque e, allo stesso tempo, avere una strada da (per)seguire permette agli allievi di vivere un personale e intenso percorso di ricerca espressiva.

K come? “Se un giorno sperduti il cervello va in pappa, affidatevi a chi della ZONA ha la mappa, passerete così dal cappaò all’ocappa.”

NOEMI BRESCIANI – DANZA E TEATRODANZA
Figlia d’arte sono cresciuta in teatro, tra il laboratorio di burattini di mamma e le prime file dei teatri spettatrice di papà. Sin da bambina ho praticato danza con Cinzia Serverino, insegnante speciale grazie alla quale ho potuto studiare danza classica, Limòn, Contact Improvisation, Teatrodanza. Affascinata dalla scienza ho tentato la carriera universitaria iscrivendomi a Biotecnologie, non era per me. Nel 2009 mi sono diplomata all’Accademia Paolo Grassi in TeatroDanza e con i miei compagni di classe ho fondato la compagnia di danza contemporanea Fattoria Vittadini. Ora son danzatrice, attrice per diverse realtà di danza e teatro. Insegno Teatrodanza a bambini, adolescenti e adulti. Il corpo è sempre il protagonista delle mie lezioni. Sono docente di Teatrodanza per il corso Acting della scuola Mohole di Milano.

K come? “Karaoke, perchè è la prima parola con la k che mi viene in mente e perchè è divertente.
Ed è una parola composta: kara ‘vuoto’ e oke ‘orchestra’.E allora K come kara/vuoto: dove tutto nasce.”

BÄRBEL BUCK – VIDEO
Già da bambina ho sempre amato ascoltare storie di ogni tipo. Preferibilmente storie vere, storie che qualcuno realmente ha vissuto. Ecco perché ho deciso di diventare una documentarista.
Questo è stato il mio inizio nel mondo delle immagini in movimento per la televisione e il cinema. L’arrivo di mia figlia mi ha portato più a contatto con le fiabe, la magia, lo stupore, la curiosità e la fantasia. Mi chiede spesso di raccontarle della mia vita quando ero piccola.
Penso che i racconti ci aiutino a capire il nostro intimo e il mondo che ci circonda. E i bambini con la loro visione molto speciale delle cose e le loro domande correlate possono darci un accesso completamente nuovo non solo alla vita degli altri, ma anche alla nostra.
Per me, il video e teatro sono una combinazione ideale per andare a esplorare a fondo delle meraviglie e delle narrazioni di vita. Con questi strumenti è possibile esprimere se stessi, vivere una fantasia, ma anche sperimentare e rendere accessibile la storia di altre persone.
Sono molto felice di aver  potuto accostare da diversi anni la mia passione per le narrazioni e le immagini in movimento ai bambini, che mi mostrano quanto sia intenso essere pienamente coinvolti in una esperienza, nella vita e in tutto quello che li riguarda e che mi fanno pensare alle grandi domande della vita.

K come? Kinder/bambini in tedesco. Perché sono in realtà i nostri grandi maestri e sono felice e grata di poter imparare molto da loro.

FILIPPO FARINA TEATRO
Da quando, crescendo, ho scoperto che i sogni non svaniscono né con l’alba né con l’età, ho scelto di portarli con me e di scambiarli con gli altri. Così ho intrapreso un percorso teatrale come attore che è ancora in divenire e ho creato laboratori di ricerca creativi incontrando i contesti più disparati. Amo insegnare la curiosità e la scoperta dei significati usando il corpo, la parola e tutti i linguaggi artistici che partecipano del fare teatro.

K come? “K, come amico. K come tutti, aspirante. K di fiori prende fante e due di denari. K tu che K ankìo. K subito se vedi un orco. La gente inK nell’arte… …L’arte inK nella vita.”

MONICA GALASSI MOVIMENTO CREATIVO
Danzatrice, giornalista, educatrice, mamma. Nata a Milano nel 1975, mi sono formata come ballerina classica presso il Teatro alla Scala e la Scuola Cosi Stefanescu di Reggio Emilia. Mentre danzavo come professionista in diversi teatri italiani ho conseguito la laurea in Lettere Moderne presso l’Università di Pavia e ho iniziato a curare la comunicazione dell’étoile Alessandra Ferri, soggetto della mia tesi. Mi sono dedicata per alcuni anni all’attività di ufficio stampa e giornalismo in ambito culturale per tornare poi, in seguito alla nascita dei miei due figli, alla prima passione (danza, musica, teatro). Dal settembre 2013 tengo laboratori di movimento creativo rivolti a bambini e ragazzi, sia a scuola in orario curricolare sia al pomeriggio presso istituzioni pubbliche e private.

K come? “Kontakthof.” (balletto emblema della poetica di Pina Bausch, ndr)

FEDERICO MANFREDI TEATRO
Nato in provincia di Bologna mi trasferisco a Milano per studiare recitazione alla Scuola d’Arte Drammatica Paolo Grassi. Dopo il diploma lavoro per varie produzioni teatrali come attore. Parallelamente lavoro come educatore per l’infanzia in vari centri estivi e associazioni culturali in Emilia Romagna.

K come? “Kilometri da percorrere.”

ALICE MARINONI – TEATRO
Quello che più mi piace è quello che faccio: giocare al gioco del teatro. Passo molto tempo a leggere e a giocare con i bambini, i miei e quelli degli altri. Quando riesco scrivo storie per il teatro. Sogno ancora di diventare una ballerina.

K come? “Ketchup : perché è rosso, perché se non ti pulisci bene ti vengono i baffi e subito inizia la storia del Signor Baffi Rossi…”

ALICE PATRICCIOLI – ARTE
Il mio lavoro in una frase?  “Lasciati sorprendere e meravigliare dal mondo e vivilo con creatività!”. Mi impegno ogni giorno per trasmettere la mia capacità di trovare la magia dietro ogni angolo e l’inaspettato dietro l’ordinario…come?  Faccio della fotografia e dell’arte un tramite per far esprimere alle persone le proprie sensazioni e per far scoprire loro il mondo, creo e organizzo laboratori e corsi per bambini, ragazzi e adulti volti a far imparare divertendo.

K come? “Un Koala che mangia un Kilo di Kiwi.”

ELENA PARRETTI – TEATRO
Attrice e Aiuto Regista, da diversi anni conduco laboratori di teatro per bambini, in italiano e in inglese. Con il collettivo LibraLab (la mia compagnia teatrale) ho portato in scena spettacoli per adulti e bambini. Del teatro amo la possibilità che offre di combinare insieme immagini, suoni, parole e corpi in movimento. I miei laboratori sono attraversati dal filo della comicità: si impara a ridere CON gli altri, e non DEGLI altri. E si impara a ridere anche un po’ di se stessi, a prendere le cose -e la vita- con leggerezza, da prospettive sempre diverse.

K come? “Kolossal, perché mi piace pensare in grande.”

Immagine: Designed by Freepik

GLI SPETTACOLI
PER LE SCUOLE

GIÙ LA MASCHERA: Lettura teatrale per la Scuola materna

E’ Carnevale e la sarta Sbadalona cerca in fretta di ricucire e sistemare i costumi perché siano pronti per la festa.  Il tempo stringe e il suo lavoro diventa sempre più difficile: Arlecchino ha perso le toppe colorate, Pantalone non vuole pagare il conto, Brighella pretende un costume completamente nuovo, Colombina non è mai contenta! Tutte le maschere vorrebbero essere diverse da quello che sono, e Sbadalona non ne può davvero più! E’ sommersa da lettere di protesta e richieste di nuovi ritocchi, tanto che rischia di non riuscire a partecipare anche lei alla festa di Carnevale. Non ha nemmeno avuto tempo di pensare al suo costume e chiede ai bambini di aiutarla a inventarsene uno, che sia unico, che non assomigli a nessun altro. Ce la farà? Chissà…forse oggi nascerà una nuova maschera!

Una lettura teatrale animata, con musica, parole e travestimenti, in cui un’attrice fa vivere le maschere più note della Commedia dell’Arte giocando sulle loro caratteristiche tipiche. Un racconto che stimola l’interazione dei bambini attivando il loro immaginario e la loro creatività.

 

EURICLEA: Spettacolo teatrale per la Scuola primaria

Lo spettacolo, attraverso il personaggio di Euriclea nutrice di Ulisse, racconta ai bambini, in maniera diretta e coinvolgente, sua la storia e li invita ad andarne a scoprire alcuni particolari.
Euriclea sta aspettando Ulisse da anni e ne ha solo notizie frammentate che le vengono comunicate dai suoi amici venti, primo tra tutti Eolo.
Gli anni passano.
A palazzo i Proci stanno facendo i padroni e lei vuole assolutamente sapere dov’è Ulisse e perché non torna.

Lo spettacolo è legato ai progetti “In viaggio con Ulisse” e “La nostra Itaca” come introduzione al percorso laboratoriale. Con questo pretesto narrativo viene consegnata ai bambini la storia e insieme ad essa una missione da compiere: la missione cambia a seconda delle classi coinvolte e del laboratorio creativo che avranno scelto di seguire.

Lo spettacolo può comunque essere rappresentato autonomamente.

Chiedi le informazioni dettagliate a didattica@zonak.it

 

 

Immagine: Designed by Freepik

I PROGETTI SPECIALI

ZONA K  vince per due anni il bando Cultura e Sport per tutti, che finanzia progetti per le scuole primarie che affrontino il tema dell’inclusione sociale e dell’integrazione, con i seguenti progetti:

1) “ODISSEA”, ha vinto nell’anno 2015/16 e ha lavorato nell’anno scolastico 2016/2017 con l’IC Giovanni Pascoli – plesso di via Rasori

2) “LA NOSTRA ITACA” ottiene il massimo del punteggio nell’anno 2017/18. Ha lavorato nell’anno scolastico 2017/18 e lavorerà anche nel 2018/19 con ‘IC Moisè Loria di via Bergognone e con l’IC Locchi di via G.B. Passerini.

 

LA NOSTRA ITACA

Il progetto è rivolto ai bambini della scuola primaria.

E’ un’esperienza di creazione collettiva intorno al concetto di città, attraverso gli strumenti del teatro, dell’arte visiva, della musica, del movimento creativo, del video. Questi strumenti favoriscono l’inclusione sociale, abbattendo le barriere culturali e linguistiche e creando un nuovo modo di comunicare.

E’ composto di una prima fase in cui i bambini assistono a uno spettacolo teatrale interpretato da un’attrice professionista che assegna loro un “compito” che da’  il via alla seconda fase, i laboratori di classe.

La cornice comune sarà una restituzione collettiva in cui verrà presentata la città ideale. In questo evento ogni interclasse si occuperà di un aspetto in particolare, e tutte insieme andranno a comporre un racconto corale fatto di parole, suoni, movimento, immagini.

Chiedi le informazioni dettagliate sul progetto e sul lavoro da svolgere con le singole interclassi a didattica@zonak.it.

 

Immagine: Designed by Freepik

IL PROGETTO IN ORARIO
EXTRA-CURRICOLARE

E’ possibile organizzare un corso TAM TAM nel pomeriggio, a fine lezioni, all’interno delle scuole materne, elementari, medie e superiori.

Il corso multidisciplinare si articola in 25 incontri e prevede l’interazione di TRE diverse discipline. Il teatro è la cornice narrativa in cui s’inseriscono l’arte visiva, il video, il movimento creativo e la musica.
La scelta delle discipline viene effettuata in base all’età dei bambini/ragazzi a cui è rivolto.

L’obiettivo è quello di esplorare il tema con questi strumenti e arrivare a comporre insieme un lavoro teatrale fatto di parole, movimenti, azioni sceniche e immagini, che sia diretta espressione del gruppo. Alla fine del percorso, verrà realizzato uno spettacolo finale.

Chiedi le informazioni dettagliate a didattica@zonak.it 

 

Immagine: Designed by Freepik

I PROGETTI PER
LA SCUOLA MATERNA

Qui di seguito una breve presentazione dei singoli progetti da svolgere durante l’orario curricolare pensati per la scuola materna.

1) TREMO COME UNA FOGLIA: Dove la sento, la paura? Partiamo dai modi di dire per esplorare le emozioni col corpo, con la voce, con l’arte visiva. E poi costruisco la mia storia, così la paura assume una forma d’arte.

2) L’IMMAGINE RACCONTA: si parte da un’immagine, un quadro più o meno noto. Se ne scopre il ritmo, se ne immagina il suono, s’inventano le parole. Il gioco d’interazione tra le tre discipline dà vita a una storia ogni volta diversa.

3) OLTRE LO SPECCHIO: il ritratto e l’autoritratto come strumenti di esplorazione per conoscere meglio se stessi e gli altri. Giocare con la propria immagine, deformarla, cambiare il proprio volto facendolo diventare quello di un altro creando immagini, disegni, video.

Chiedi le informazioni dettagliate a didattica@zonak.it 

 

Immagine: Designed by Freepik

I PROGETTI PER
LA SCUOLA SUPERIORE

Qui di seguito una breve presentazione dei singoli progetti per l’orario curricolare pensati per la scuola secondaria di secondo grado.

1) VITA DI GALILEO: a partire dal testo di Bertolt Brecht “Vita di Galileo” si aprono interessanti temi di riflessione sul ruolo dello scienziato e della scienza, sull’autonomia, sulla ricerca, sulla sfida, sul futuro.

2) TEATRO E SCRITTURA DRAMMATURGICA: come un’idea diventa parola, struttura, scrittura scenica. Il lavoro intende portare i ragazzi alla costruzione di un testo (adattamento o scrittura a partire da un tema) che possa essere detto in scena; il lavoro sui personaggi permetterà di trovare le parole adatte ad ognuno di loro.

Chiedi le informazioni dettagliate a didattica@zonak.it 

 

Immagine: Designed by Freepik

I PROGETTI PER
LA SCUOLA MEDIA

Qui di seguito una breve presentazione dei singoli progetti da svolgere in orario curricolare pensati per la scuola secondaria di primo grado.

1) LA METAMORFOSI: “Mi sveglio una mattina e mi ritrovo trasformato in… “. In questo corso si lavora sui cambiamenti del proprio corpo, immaginando si essere insetti. Si gioca con la propria immagine, esplorandola e deformandola, guardandola da fuori e cercando di riappropriarsene, per avvicinarsi così di nuovo a se stessi. Prendendo spunto da “La Metamorfosi” di Kafka, s’inventa insieme una storia che narra proprio questa trasformazione.

2) IL LABIRINTO: a partire dal mito e dalla simbologia del labirinto, in questo corso si lavora sul cercare una direzione, una via d’uscita, una soluzione. Il mito del Minotauro e del labirinto, diversamente trattato anche da autori contemporanei come Friedrich Durrenmatt e Jorge Louis Borges, offre diversi spunti per lavorare sul disagio, sulla visione del “mostro”, sulla percezione del proprio corpo, sul tentativo di trovare una strada e una propria direzione.

Chiedi le informazioni dettagliate a didattica@zonak.it

 

Immagine: Designed by Freepik

I PROGETTI PER
LA SCUOLA ELEMENTARE

Qui di seguito una breve presentazione dei singoli progetti che riguardano l’orario curricolare.

Chiedi le informazioni dettagliate a didattica@zonak.it 

1) IN VIAGGIO CON ULISSE: il corso intende sperimentare la possibilità di lavorare con l’Odissea di Omero, coinvolgendo più classi. L’opera diventa metafora e spunto per i temi da affrontare: il viaggio, la condivisione, il desiderio di conoscenza, la scoperta e l’incontro con culture diverse e l’accoglienza.

2) IO CHI SO(G)NO: il ritratto e l’autoritratto come strumenti di esplorazione per conoscere meglio se stessi e gli altri. Confrontarsi con le fiabe e i racconti che parlano del nostro volto, della nostra immagine, cercando di superare gli stereotipi.

3) IL PAESE IMMAGINARIO: un viaggio attraverso i diversi ambienti, climi, paesaggi per costruire il proprio paese immaginario. Un paese da raccontare con parole, suoni, immagini e movimento.

4) C’ERA UNA VOLTA: “Le fiabe sono vere”, diceva Italo Calvino. Questo laboratorio si propone di far lavorare i bambini sulle fiabe e sui loro personaggi principali delle fiabe, per arrivare poi a costruirne e rappresentarne una tutta loro.

5) IL MIO PINOCCHIO: il Pinocchio di Carlo Collodi, fiaba italiana per eccellenza, è una delle storie più conosciute al mondo. Proprio perché la storia è così conosciuta, focalizzeremo l’attenzione su alcuni aspetti: la crescita, l’avventura nel mondo, l’incontro e il confronto con l’altro, la metamorfosi del proprio corpo, la costruzione di un’identità attraverso desideri e paure, rabbia e ribellione, gioco e dovere, solitudine e bisogno degli altri, fantasia e ragione. La restituzione delle classi quinte verrà fatta nella sala teatrale di ZONA K.

Chiedi le informazioni dettagliate a didattica@zonak.it 

 

Immagine: Designed by Freepik

I PERCORSI

Tre sono le tipologie di percorsi teatrali.
Scopri quella giusta per la tua classe.

TAM TAM
Il percorso si articola in 15 o in 25 incontri e prevede l’interazione di tre diverse discipline. Il teatro è la cornice narrativa in cui si possono inserire l’Arte visiva, il Video, il Movimento creativo o la Musica.
La scelta delle discipline viene effettuata insieme ai docenti di riferimento e sulla base delle esigenze della classe.

2×1
Il percorso si articola in 15 o in 25 incontri e prevede l’interazione di due diverse discipline.
Le combinazioni possibili: Teatro e arte, Teatro e Movimento, Teatro e Musica, Teatro e Video, Arte e Movimento, Musica e Movimento.

TEATRO IN CLASSE
Un percorso teatrale in 10 o 20 incontri. Un laboratorio per esplorare le dinamiche del gruppo classe attraverso gli strumenti che il lavoro teatrale mette a disposizione, approfondire un tema, sviluppare la creatività attraverso il corpo, la voce, il gesto, il racconto.

Chiedi maggiori informazioni sui singoli percorsi scrivendo a didattica@zonak.it

 

Immagine: Designed by Freepik

LA FORMAZIONE

ZONA K organizza periodicamente seminari di formazione specifica per operatori artistici con l’obiettivo di condividere il proprio metodo e di conoscere e formare nuovi collaboratori.

Nelle scuole ZONA K organizza corsi e laboratori di formazione per docenti.

FORTE Formazione Teatro Educazione
La proposta è rivolta ad attori ed operatori teatrali già formati e intende stimolare un ripensamento delle competenze teatrali acquisite, favorendo la loro strutturazione in un’ottica rigorosa, affinché il loro uso in ambito formativo sia consapevole, intenzionale, pianificato e fondato su un apparato teorico pedagogico.
Il corso è articolato in moduli interconnessi: teatro a scuola, drammaturgia a scuola, elementi di psicologia dell’età evolutiva, tirocinio. Il lavoro prevede l’alternarsi di teoria e pratica e lo sviluppo da parte di ogni partecipante di ipotesi di progetto.

INSIEME A VOI
Laboratori intensivi di formazione con i docenti delle scuole che intendono approfondire metodologie artistiche per sviluppare contenuti, anche legati al programma scolastico.
I laboratori intendono inoltre fornire strumenti per partecipare attivamente ai percorsi proposti da ZONA K alle classi e per proseguire il lavoro in autonomia.

Per saperne di più: didattica@zonak.it 

 

Immagine: Designed by Freepik

LE DISCIPLINE ARTISTICHE

TEATRO: corpo e parola, azione ed emozione. L’esperienza del teatro è dedicata alla creazione verbale e non verbale che privilegia i significati emozionali, affettivi, sensoriali, immaginativi. Il lavoro è arricchito dagli spunti di ognuno e i bambini saranno guidati all’interno di una cornice narrativa che lascerà alcuni spazi di creazione ed esplorazione dei contenuti.

ARTE: forme, materiali, tecniche. La ricerca sulle arti visive sensibilizza i partecipanti all’arte contemporanea analizzando gli strumenti del fare artistico, sviluppando le capacità di lavorare in maniera collaborativa e interdisciplinare, maturando il senso critico ed estetico.

MOVIMENTO CREATIVO: il pensiero prende corpo. Lo spazio del movimento creativo è orientato alla coscienza del corpo, alla scoperta del linguaggio gestuale ed emozionale e delle sue potenzialità creative e comunicative.

MUSICA: attraverso semplici strumenti a percussione, i bambini lavoreranno sul ritmo e creeranno insieme all’insegnante di riferimento una linea melodica o una partitura da inserire nel lavoro teatrale.

VIDEO: l’immagine in movimento entra a far parte del gioco teatrale. Attraverso l’uso della videocamera, i bambini potranno sperimentare un linguaggio fatto di dettagli e primi piani, che amplifica un gesto, un’azione, un’espressione. Il lavoro mira ad un uso più consapevole e creativo di un mezzo che ormai è parte della quotidianità.

Per saperne di più: didattica@zonak.it 

 

Immagine: Designed by Freepik

IL METODO

Gli insegnanti di ZONA K, selezionati in base alla loro esperienza,
al curriculum professionale e alla condivisione degli obiettivi con quelli dell’Associazione, lavorano insieme alla programmazione delle attività sotto un’attenta supervisione artistica, pedagogica e metodologica.

Sono parte importante del lavoro: riunioni di équipe, condivisione delle modalità di ideazione e svolgimento delle attività, costante monitoraggio e attenzione ai bambini sia in fase di programmazione sia durante il laboratorio.

Il metodo di lavoro di ZONA K prevede che ogni corso abbia una sua unicità, e che sia strutturato per stimolare la partecipazione e la creatività dei bambini al fine di renderli attivi nello svolgimento del percorso.

Si parte da un tema che viene sviluppato in un racconto attraverso le diverse discipline (TEATRO, ARTE e MOVIMENTO), moltiplicando così i punti di vista e le possibilità di espressione.
I bambini, quindi, saranno protagonisti e creatori del gioco artistico.

Per saperne di più: didattica@zonak.it 

Immagine: Designed by Freepik

ZONA K A SCUOLA

ZONA K organizza e crea corsi e laboratori artistici multidisciplinari
semestrali o annuali, sia in orario scolastico che extra-curricolare,
per le scuole materne, elementari medie e superiori.
Tanti progetti per infiniti percorsi.

TEATRO, ARTE, MOVIMENTO CREATIVO, MUSICA, VIDEO:
insieme per stimolare creatività e immaginazione.

E’ possibile scegliere percorsi che prevedono l’azione di una, due o più discipline insieme, a seconda dalla tipologia di progetto richiesto dagli insegnanti e dai genitori.

I laboratori multidisciplinari, partendo dalle specificità di ognuno, mirano a cogliere e ad accettare le differenze mettendole al servizio di un lavoro comune e a potenziare l’espressività.

Obiettivi dei corsi/laboratori di ZONA K sono: attivare la creatività dei singoli e del gruppo anche al fine di aumentare la tolleranza, il rispetto e la coesione di gruppo di bambini; vivere il gioco espressivo come strumento di conoscenza di sé stessi e di educazione alla vita di gruppo; migliorare l’autostima, l’autonomia, la capacità di comunicazione, il rispetto delle regole e l’autocontrollo; accompagnare i bambini attraverso l’esplorazione di codici e regole che non limitino la scoperta e lo sviluppo della propria individualità, ma che possano anzi aiutarne la crescita.
L’arte è un gioco di conoscenza, un gioco da condividere, una possibilità di scoprire, un’idea di racconto.

Scopri nel dettaglio:

 

Per saperne di più: didattica@zonak.it 

Immagine: Designed by Freepik