PLAY WITH FOOD
LA SCENA DEL CIBO
teatro + performance + arti visive

Apertura mostra con aperitivo: dalle ore 18.30 
Performance: ore 21.00 

Una selezione a cura di ZONA K dal festival Play With Food di Torino.

In collaborazione con Associazione CuochiLab e Cuochivolanti (TO)

Un progetto di Cuochivolanti e Associazione CuochiLab
Direzione artistica di Davide Barbato e Chiara Cardea

 

Dal 26 al 30 marzo 2014, si è svolta la quinta edizione di Play with Food – La scena del cibo, il primo festival di arti visive e performative interamente dedicato al cibo, ideato e curato dai Cuochivolanti e dall’Associazione CuochiLab.
Il programma ha incluso, tra gli altri, progetti selezionati attraverso quattro bandi d’idee rivolti ad artisti, videomaker, fotografi, teatranti, drammaturghi, coreografi, grafici, e creativi di ogni disciplina.

ZONA K ha deciso di collaborare con questa realtà in concomitanza con le giornate di avvicinamento all’evento EXPO 2015.
ZONA K ha scelto una serie di artisti e creazioni attorno al tema del cibo, dell’arte e del teatro, selezionandoli dal programma dell’ultima edizione torinese.Tre giorni, dal 16 al 18 maggio 2014 in cui negli spazi di ZONA K si avvicenderanno, performance, installazioni, teatro, opere video e opere d’arte sui temi cari ad Expo.

Artisti selezionati:

sezione Teatro ore 21.00
INTERAZIONE SCENICA – Thanksgivingday-Episodio 1 

con Enoch Marrella
drammaturgia e regia di Andrea Ciommiento

sezione arti visive dalle ore 18.30
Benna – Short movie #1  video
Maria Bruni – 100 uova  fotografia
Luigi Ceccon/Chiara AllioneForgotten meal  fotografia
Maurizio Modena – Manifesto dell’acqua potabile  installazione interattiva
Photo.Psyco.Video.Cook – Cucino la tua storia installazione
Maya Quattropani – Body Reaction Project Rutti  fotografia sonora
Anna Resmini – Ricette scottanti per lingue roventi  illustrazione

Nel 2010 l’esperienza artistico-gastronomica dei Cuochivolanti e dell’Associazione CuochiLab fa nascere l’idea di un festival in grado di raccogliere le proposte di teatranti, performers, artisti visivi, fotografi, danzatori capaci di confrontarsi in modo creativo con il tema del cibo: un festival multidisciplinare che sottraesse il cibo al mondo dell’intrattenimento enogastronomico per riportarlo al centro di una riflessione artistica, politica e filosofica, senza trascurare il gioco e il divertimento.

La quinta edizione del festival ha visto alcune importanti novità: in controtendenza con l’attuale situazione del panorama artistico e culturale, PWF5 ha voluto dare un piccolo segnale di ottimismo stringendo nuove collaborazioni per incentivare la distribuzione e la visibilità dei progetti, grazie alla partecipazione della curatrice e critico d’arte Olga Gambari, dell’etichetta discografica indipendente Megasound, del contributo dello spazio ZONA K e di ArteSera Produzioni.

Nello specifico, ZONA K ha accolto l’appello ospitando nella propria stagione e contribuendo a sostenere un progetto teatrale e una serie di progetti artistici, selezionati dal programma di PWF5, garantendo agli artisti una piazza prestigiosa e importante come quella milanese, lungo un intero week end.

 

Per info su PLAY WITH  FOOD: www.playwithfood.it

 

HAPPY MEALS
Azione gastro-performativa

Ore 20:00

Aperitivo Prêt-à-PORTER a cura di Cuochivolanti (Torino)
prenotazione consigliata
€ 5,00

 

Ore 21:00
Happy Meals – Azione gastroperformativa con Cuochivolanti (Torino)
€ 10,00 biglietto intero
€ 7,50 biglietto ridotto

di e con Davide Barbato e Chiara Cardea

sound design  Enrico Ascoli
allestimento Marco Gennaro e Jacopo Valsania
disegno luci Davide Marcone
regia Davide Barbato
organizzazione Offrome
produzione Cuochivolanti e Associazione CuochiLab
progetto realizzato con il contributo della Città di Torino, della Provincia di Torino, con il sostegno di Sistema Teatro Torino e Provincia con la collaborazione produttiva e il sostegno di: Associazione Teatro Baretti / Studio Marco Gennaro Architetto / Alain Battiloro fotografo /  Enrico Ascoli /Giulio Pedretti / Luigi Ceccon fotografo.
Immagine 
Alain Battiloro

 

Lo spettacolo ha debuttato in prima nazionale presso il Teatro Astra di Torino il 9 giugno 2012, nell’ambito del XVII Festival delle Colline Torinesi.

 

Happy Meals cita il celebre menù per bambini dell’innominabile colosso del fast-food, che forse per primo, insieme all’altrettanto celebre bibita gasata dalla ricetta segreta, ha sostituito negli stomaci delle persone il termine “fame” con il termine “felicità”, scoprendo un nuovo, inaspettato e insaziabile appetito per i nostri ipernutriti apparati digerenti. Ma cita anche i Giorni felici beckettiani, l’insensata abbuffata di parole (di cibo) che ci salva dal deserto insensato dell’esistenza: “c’è così poco che si possa dire (mangiare), che si dice (mangia) tutto, tutto quello che c’è”.

Mangiare è un atto ricreativo, per quasi tutti noi. Una piccola festa privata. E’ un intervallo dal quale ci aspettiamo di ritrovare una parte di noi stessi. Per tutto il resto (nutrimento, energie, vitamine, proteine) ci sono gli integratori. E il caffè, naturalmente.

Con questo spettacolo saliamo sul palco a parlare di cibo: lo facciamo grazie a Chiara che fa l’attrice, e presta il suo corpo e la sua voce ad un singolare esperimento di nutrizione emotiva, esponendo al pubblico i suoi pasti. Lo facciamo grazie ai Cuochivolanti, che fanno i cuochi e facendo mangiare le persone hanno visto più drammi, tragedie, commedie e farse di un drammaturgo. Con i preziosi meccanismi sonori di Enrico Ascoli facciamo parlare anche loro, i cibi, cercando di intuire il linguaggio riposto e misterioso, casomai riuscissimo a carpire un messaggio importante. E poi ci siete voi. I commensali. Magari vi andrà di dirci la vostra. L’opinione del vostro stomaco.

Buon appetito.

 

I Cuochivolanti nascono da un’idea di Davide Barbato, Roberta Cavallo e Patrizia Capuzzi. Dal 2009 è continuativa la collaborazione con Chiara Cardea, attrice. Le attività sono molteplici e vanno dal catering e dalla cucina a domicilio alla realizzazione di eventi, spettacoli e performances. Produzioni della compagnia: Kitchen Kabarett (2007); Cooking Time (2009); Tempesta di pasta (2009); L’ultima cena di Leonardo (2010); Cucinasonora (2010-2011); Anima in bocca (2012) e, con l’Ass. CuochiLab, Happy Meals (2012), progetto vincitore del bando STT – Sistema Teatro Torino.

Dal 2010 i Cuochivolanti curano il progetto Play with Food – La scena del cibo, primo festival di arti visive e performative interamente dedicato al cibo. Nell’ambito del festival, Cuochivolanti ha coprodotto nuove creazioni visive e performative di artisti provenienti da Torino e da tutta Italia. Sono attualmente in corso i lavori per la quarta edizione del festival (20-24 marzo 2013), il cui programma è costruito tramite quattro bandi d’idee tuttora in corso.

 

PLAY K(ei) è anche 0-99