WIM VANDEKEYBUS
ULTIMA VEZ (BE)

Per l’apertura della Stagione Teatrale 2020 REALITY di ZONA K è stato scelto lo spazio di Casa Degli Artisti, da poco restituito alla città.

In Go Figure Out Yourself, un incontro con il pubblico in uno spazio non allestito, cinque personaggi vi accompagnano lontano dalle rassicuranti pareti del teatro e vi svelano un luogo in cui potrete dar forma ai vostri pensieri, semplicemente guardando e ascoltando. Al ritmo di una colonna sonora che mischia parole, musica e danza, siete invitati a partecipare a un percorso imprevedibile e appassionante.

Go Figure Out Yourself esplora i confini tra pubblico e performer.
Spostandovi liberamente e semplicemente nello spazio, diventerete voi stessi parte di un happening collettivo, da cui uscirete con molte domande e poche risposte. La lentezza del tutto contrasta con la velocità del singolo. Il totale è più della somma delle parti. Tutto è ciò che è.

________________________

presentato in collaborazione con e
c/o Casa degli Artisti, Corso Garibaldi, 89/A – via Tommaso da Cazzaniga -M2 Moscova-

Info: performance di danza • durata 75 min. • in inglese
nb: pubblico e performer divideranno lo stesso spazio scenico. Non sono previste sedute.

Ingresso: intero 15,00 € – ridotto 10,00 € (studenti/ under 26/over 65/gruppi)
Ritiro biglietti c/o Casa degli Artisti, Corso Garibaldi, 89/A – via Tommaso da Cazzaniga -M2 Moscova-

Spettacolo in abbonamento
________________________

 

regia, coreografia, scenografia Wim Vandekeybus, creato e interpretato da Sadé Alleyne, Maria Kolegova, Hugh Stanier, Kit King, Tim Bogaerts, drammaturgia Aïda Gabriëls, disegno luci Davy Deschepper, Wim Vandekeybus, costumi Isabelle Lhoas assistita da Isabelle De Cannière, coordinamento tecnico Davy Deschepper, fonica Bram Moriau, direzione palco Tom de With, produzione Ultima Vez, coproduzione Les Brigittines (Bruxelles), con il sostegno del Tax Shelter del Governo federale Belga, Casa Kafka Pictures Tax Shelter empowered by Belfius, Ultima Vez è sostenuta dalle Autorità Fiamminghe e dalla Commissione Comunitaria fiamminga della Regione di Bruxelles-Capitale.

 

Fisicità, passione, intuizione sono gli elementi portanti dell’opera di Wim Vandekeybus, uno dei maggiori esponenti della scena performativa internazionale. Artista poliedrico, coreografo, regista, performer, ha frequentato l’Università di Leuven dove ha studiato psicologia. Affascinato dalla relazione tra mente e corpo, questo interesse ha influenzato tutti i suoi lavori coreografici.

Nel 1987 ha fondato la compagnia Ultima Vez con cui ha realizzato quasi 30 produzioni oltre a numerosi film e video. L’uso di media e linguaggi differenti si traduce in cast in continua evoluzione che comprendono danzatori, circensi, attori, musicisti e in collaborazioni con artisti di diverse discipline.

ATTI DI GUERRA

Focus_PEOPLE_stretto

 

“Allora succede come nei sogni”

 

Spettacolo che si articola in due quadri autonomi con un tema d’indagine comune: la violenza del potere, nascosto e invisibile, che la società non riconosce come tale. Violenza gratuita e social-bullismo, il corpo della donna come territorio di conquista: sono le guerre che i Guinea Pigs raccontano in una visione scenica fondata sul rapporto tra recitazione, composizione sonora, drammaturgia e movimento.

Atti di guerra è il primo progetto artistico del gruppo milanese che ha già vinto prestigiosi riconoscimenti in Italia e ne definisce la poetica: l’interesse per i temi d’attualità e di cronaca trova forma scenica nell’incontro e nello scontro con materiali e forme della tradizione teatrale.

Quattro attori in scena, i loro corpi, il suono, la luce e la parola: sono questi gli elementi che compongono lo spettacolo Atti di Guerra. Due tensioni diverse. Da una parte la volontà di rimanere aderenti, nella narrazione, agli atti di violenza che si evocano in scena, senza abbellimenti e senza effetti speciali. Dall’altra la tensione a un linguaggio teatrale lontano dal realismo della rappresentazione, che renda possibile osservare quegli stessi atti di violenza non come se fossero veri, bensì attraverso una sorta di lente d’ingrandimento, che isoli i dettagli con sguardo chirurgico. Il risultato di questa ricerca dei Guinea Pigs è uno spettacolo in cui narrazione e rappresentazione percorrono due binari paralleli in costante dialogo fra loro. La narrazione è affidata alla parola, ai corpi, ai suoni e alla luce: metaforica e a tratti meta-teatrale. L’obiettivo non dichiarato è la creazione di un prisma che possa avvicinare lo sguardo dello spettatore a quelle schegge di violenza immotivate e gratuite che, come dimostra la realtà, oggi possono esplodere ovunque.

 

c/o ZONA K, via Spalato 11, 20124 Milano

Spettacolo in italiano – Durata 70 min.
Per il tipo di linguaggio utilizzato, lo spettacolo è consigliato dai 16 anni in su.

Ingresso: 15,00 € (intero) / 10,00 € (ridotto under 30/over 65/gruppi)

 

Ideazione e regia di Riccardo Mallus. Drammaturgia di Giulia Tollis. Di e con: Letizia Bravi, Marco De Francesca, Francesco Martucci, Federico Manfredi. Composizone sonora di Gianluca Agostini. Movimento scenico di Betti Rollo. Costumi di Laura Dondi. Luci di Martino Minzoni. Foto: Diego Monfredini  e Lucia Baldini

 

La replica del 23 maggio sarà seguita da un incontro informale tra la compagnia e gli spettatori.

Prenderanno parte a questo scambio alcuni spettatori che affrontano per lavoro i temi portanti di Atti di Guerra: bullismo e violenza di genere. Grazie alle loro competenze ed esperienze personali e professionali aiuteranno i presenti a mettere in relazione i contenuti di finzione dello spettacolo con la realtà sociale che ci circonda e si faranno portavoce di buone pratiche e percorsi virtuosi capaci di prevenire e, quindi, disinnescare le guerre che gli spettatori vedranno consumarsi sulla scena. Obiettivo dell’incontro è suscitare una discussione intorno ai temi dello spettacolo e favorire un confronto attivo e diretto tra scena e platea.

Tra i nostri ospiti Silvia Bertoldi,  psicologa e conduttrice di progetti di educazione all’affettività e alla sessualità che lavora presso il centro clinico Spazio Iris di Milano Centrale; Massimo Clerici, educatore con esperienza in progetti di educativa di strada e impegnato in percorsi informali e strutturati di gruppo per Cooperativa Diapason e Associazione ConVoi a Milano e in Brianza; Simone Lazzaro, docente da vent’anni nella scuola secondaria di I grado “Segantini” di Nova Milanese e impegnato in progetti territoriali di valorizzazione delle potenzialità dei minori.
Interverranno anche Cristina Carelli, coordinatrice del Centro Antiviolenza CADMI (Casa di Accoglienza delle Donne Maltrattate di Milano) e membro del Consiglio Direttivo della Rete Nazionale DiRE e Ada Garofalo, psicologa e psicoterapeuta, coordinatrice Case Rifugio CADMI, che si occupa di prevenzione e sensibilizzazione sulla violenza di genere.

 

PLAY-K(ei) 13/14 programma completo

La stagione interdisciplinare nell’edizione PLAY-K(ei) 13/14 ospita:

venerdì 15 novembre – ore 21.00
Cesare Malfatti   musica 
UNA MIA DISTRAZIONE

lunedì 25 novembre e martedì 26 – ore 21.00
mercoledì 27 novembre – ore 19.00
Mala Kline (Slovenia)   performance
EDEN

sabato 7 dicembre – ore 21.00
domenica 8 dicembre – ore 21.00
Oliver Frljić (Croazia)   teatro 
ODIO LA VERITA’ – MRZIM ISTINU

domenica 12 gennaio – ore 19.00
Michel Doneda e Takla Improvising Group   musica e danza
IMPROVVISAZIONE

sabato 18 gennaio – ore 21.00
domenica 19 gennaio – ore 16.00
Luca Camilletti   performance 
L’OSSIGENO SALATO HA SPINTO GIU’ IL CIELO
autoservice – vol. V,  MOBY DICK O LA BALENA di Herman Melville  

domenica 26 gennaio – ore 21.00
Caligari Bros (Tiziano Popoli e Vincenzo Vasi)   musica 
Il GOLEM, COME VENNE AL MONDO

da giovedì 20 febbraio a sabato 22 febbraio – ore 21.00
domenica 23 febbraio – ore 16.00
Roberto Capaldo   teatro
MADE IN CHINA – liberamente ispirato ala storia vera di due contadini cinesi

venerdì 28 febbraio – ore 18.30 – 19.30 – 21.00 – 22.00
in una CASA PRIVATA DEL QUARTIERE ISOLA
Residenza teatrale Qui e Ora   teatro
CON TUTTO L’AMORE DEL MONDO

giovedì 6 marzo – ore 21.00
venerdì 7 marzo – ore 21.00
Dehors/ Audela  performance
STRATEGIA K – comportamenti che tendono ad instaurare condizioni di equilibrio

sabato 8 marzo – ore 21.00
domenica 9 marzo – ore 16.00
Collettivo Cascina Barà  teatro
TESSUTO#

giovedì 13 marzo – a partire dalle ore 18.00
InQuanto Teatro  performance
ENCICLOPEDIA – per le STRADE DEL QUARTIERE ISOLA restituzione ricerca sul quartiere

venerdì 14 marzo – ore 21.00
sabato 15 marzo – ore 21.00
Tommaso Arosio/ Fedra Boscaro  performance
APPUNTI PER UN NOVISSIMO BESTIARIO

venerdì 14 marzo – ore 21.30
sabato 15 marzo – ore 21.30
Silvia Girardi  performance
PROGETTO UMANITA’ – Libro I

venerdì 25 e sabato 26 aprile – ore 21.00
domenica 27 aprile – ore 16.00
Anna Serlenga/ Daniel Blanga Gubbay  teatro
DEGAGE!

da venerdì 2  a domenica 4 maggio – tutto il giorno
Codice Ivan  workshop e realizzazione video
TANK TALK – un esercizio di presenza

venerdì 16 e sabato 17 maggio – ore 21.00
domenica 18 maggio – ore 16.00
In collaborazione con Cuochivolanti e Associazione CuochiLab   performance+ arte visiva
PLAY WITH FOOD 5 – La scena del cibo

venerdì 16 e sabato 17 maggio – ore 20.00
domenica 18 maggio – ore 16.00
Codice Ivan  videoinstallazione
TANK TALK – progetto per un’azione urbana collettiva

giovedì 5 giugno – ore 21.00
venerdì 6 giugno – ore 21.00
La ballata dei Lenna  teatro
CANTARE L’AMORE

sabato 7 giugno – ore 21.00
domenica 8 giugno – ore 16.00
Sonenalé  danza
YOUR HAPPY SAD SONGS