RAZIONE K
Emergency food kit for theatre addicted

Razione K era la razione di cibo dei soldati americani durante la seconda guerra mondiale.

RAZIONE K per noi è quasi una piccola ma sostanziosa razione di sopravvivenza, “leggera e compatta”. È fare e dare quello che è necessario per mantenersi vivi ma dosando le risorse e le energie. È calibrare le forze e i pesi, per essere davvero pronti a ripartire alla luce dei cambiamenti che ogni evento di tale portata porta con sé.

E’ un cambio di passo rispetto al passato, il segno di un anno di intermezzo tra un prima, molto chiaro e definito, e un dopo ancora da scrivere. Un anno ponte che da un lato porta a termine i progetti già avviati e ancora non presentati al pubblico, dall’altro presenta nuove idee dando seguito alle peculiarità che ci hanno contraddistinto negli anni: partecipazione del pubblico, performance urbana, attenzione al presente e ricerca di nuovi linguaggi nell’ambito dello spettacolo dal vivo.

Non ci sono più i focus ma una parte 1 e una parte 2. Proseguendo la metafora di Razione K: un lunch e un dinner, un primo e un secondo, un box 1 e un box 2. Una prima parte che si concentra da aprile a luglio e una seconda che riparte a settembre e comprende l’autunno/inverno fino alla fine del 2021.

Resta ferma la volontà di ribadire l’importanza di condividere progetti e idee con altre realtà della scena artistica e culturale milanese. Mai come nell’anno passato e in quello in corso il bisogno di relazioni, di scambi prospettici e di confronto sul futuro sono stati così importanti. Si conferma così la collaborazione con DANAE/Teatro delle Moire, Olinda/Da vicino nessuno è normale, Centro di residenza artistica della Lombardia IntercettAzioni, BASE, Stratagemmi, la Cooperativa Sociale Stripes, Terzo Paesaggio.

A livello nazionale ricordiamo che ZONA K è partner di In-Situ Italia, un consorzio culturale per l’arte nello spazio pubblico creato insieme a Indisciplinarte di Terni in collaborazione con BASE Milano, Sardegna Teatro di Cagliari e Pergine Festival in Trentino. “In-Situ Italia” raccoglie i partner italiani di “In-Situ”, la piattaforma europea creata nel 2003 e che oggi conta 19 partner da 13 paesi. Nel quadriennio 2020-2024, il consorzio italiano promuoverà la messa in rete di competenze e risorse, collaborando all’interno del progetto europeo “(Un)Common Spaces”.

Inoltre da quest’anno ZONA K è tra i nuovi partner che hanno aderito al Bando delle Residenze Digitali ideato e promosso da Centro di Residenza della Toscana (Armunia – CapoTrave/Kilowatt), in partenariato con l’Associazione Marchigiana Attività Teatrali AMAT, la Cooperativa Anghiari Dance Hub, ATCL Lazio per Spazio Rossellini, il Centro di Residenza Emilia-Romagna (L’Arboreto Teatro Dimora di Mondaino – La Corte Ospitale), la Fondazione Luzzati Teatro della Tosse di Genova.

 

 

         

BOX 1 APRILE – LUGLIO 2021                      BOX 2 SETTEMBRE – DICEMBRE 2021