LOLA POLIO.
Poemetto bordeline.

di GIANLUCA DE COL (Milano)

1-3 febbraio Ore 19.00

la serata continua con AD2012.Progetto Nil admirari

 

di e con: Gianluca De Col
drammaturgia scenica: Gianluca De Col, Alessandra De Santis, Attilio Nicoli Cristiani
supervisione: Alessandra De Santis, Attilio Nicoli Cristiani
tecnica: Monia Giannobili
suono: Luca Pagliano
ha suonato il pianoforte per la registrazione: Davide Dellino
Produzione De Col, Olinda e Teatro delle Moire

A Milano c’è un quartiere, un tempo chiamato la Casbah di Porta Chica.
Negli anni ’80 e ’90 era famoso per la presenza di transessuali e travestiti.
Alla Casbah c’era “il palazzo delle bambole”.
La casa dove transessuali e travestiti – le bambole – vivevano.

Lola è una di quelle bambole.
Lola Polio è abituata a camminare sui vetri
Lola ha la vocazione della poetessa e la specialistica nella sopravvivenza..
Lola cerca di resistere al tempo e all’indifferenza dei tempi.
Lola parla molto solo per darsi l’impressione di essere ancora qualcuno.

Gianluca De Col è nato a Belluno nel 1978. Vive e lavora a Milano. Diplomato alla scuola per attori del Teatro Stabile del Veneto Carlo Goldoni (2000) e al Corso di Drammaturgia della Scuola d’Arte Drammatica Paolo Grassi (2003). Lavora come autore, attore e performer, in particolare da alcuni anni lavora sul travestimento inteso come artigianato teatrale (nel ruolo di Cassandra Casbah è interprete della Serata Gaudenzia). Ha presentato nell’edizione 2011 di “Da vicino nessuno è normale” Trasfigurata, testamento spirituale di una drag queen. Collabora con il Teatro delle Moire e con Milena Costanzo.

 

PLAY K(ei) è anche 0-99

Condividi questa pagina: