ANDIAMO AL SUCCO
bevi quello che ti frulla nella testa!

Laboratorio bambini 5-12 anni
Biglietto (bambino + genitore) 10,00€ (5,00€ per i fratelli)

Arancia, mela, mandarino, fragola come nel gioco della corda….
…e poi ancora carote, pomodori, ananas, peperoni, kiwi e cetrioli, limoni, zenzero e finocchi.

Un gioco alla scoperta di frutta e verdura dai tanti colori e sapori spesso sconosciuti. In questo laboratorio si scopre un modo nuovo e divertente per assaggiare, comporre e creare succhi, bevande e freschi cocktail da far gustare infine ai genitori.

 

In contemporanea per i genitori
IL BUONO CHE FA BENE
Incontro con Gabriella Panigoni, dietista dell’Istituto scientifico H San Raffaele.

PICCOLE MERAVIGLIE
quando i bambini diventano performer

ULTIMO APPUNTAMENTO
PER LA STAGIONE 2013-2014 DI ZONA K

ingresso: € 6,00 a persona

Pubblico max 90 tra adulti e bambini disposti a semicerchio sullo stesso livello dei performer.
Età: 0>100. Ottimale famiglie con bambini 0>7 anni
Musica: Tutti gli strumenti sono acustici. Non è richiesta amplificazione.
Durata: 45 minuti

Piccole Meraviglie è un progetto innovativo e sperimentale dell’associazione culturale
 Takla Improvising Group, attiva sul territorio lombardo dal 1998 
nella diffusione della pratica dell’improvvisazione di musica, danza, teatro e arti visive. Piccole Meraviglie è la versione made in Italy del progetto olandese Wonderland. Ha debuttato alla Triennale di Milano nel 2011 grazie al sostegno di Fondazione Cariplo nell’ambito del progetto diresidenze Etre e ad oggi è stata vista e “vissuta” da circa 2.500 famiglie.

Si tratta di una performance di danza e musica dal vivo rivolta a bambini e genitori. Più che una performance per i bambini è unaperformance con i bambiniprevede un primo momento in cui i bambini sono solo spettatori di un evento improvvisativo di danza e musica dal vivo ed una seconda parte in cui bambini diventano performer. Tutto avviene attraverso la comunicazione non verbale e i bambini, una volta preso il coraggio di “entrare” in scena, diventano piccoli artisti che dialogano con i performer, comunicando con loro attraverso il corpo e i suoni.

Piccole Meraviglie è una filosofia di pensiero, che accoglie i bambini di ogni età e di ogni colore uniti dal linguaggio non verbale. Crea e favorisce l’integrazione, abbatte le barriere. È un modo di “fare” e “sentire” l’arte, la scena, il teatro.

CRISTINA NEGRO – danza e organetto
(Milano, 1963) Danzatrice, coreografa, formatrice. Laureata in Lettere Moderne. Formatasi in Italia e in Francia con Teri Weikel, Roberto Castello, Carolyn Carlson, Francoise e Dominique Dupuy. Dal 1998 docente presso l’Università degli Studi di Milano Bicocca all’interno della Facoltà di Scienze della Formazione. È vicepresidente dell’Associazione Culturale Takla Improvising Group finalizzata alla promozione e alla diffusione dell’improvvisazione tra le arti. Si occupa di formazione nelle scuole come docente all’interno del progetto internazionale Mus-e.

FILIPPO MONICO – batteria, percussioni, oggetti sonori
(
Milano, 1955) Attivo dai primi anni 70, ha collaborato assiduamente con Guido Mazzon, Gaetano Liguori, Giorgio Gaslini, Massimo Urbani, Danilo Terenzi, Paolino Della Porta, e numerosi altri musicisti partecipando a concerti e registrazioni tra gli altri con Enrico Rava, Paul Rutherford, Lester Bowie, Don Cherry, Steve Lacy, Evan Parker.
E’ stato nel “Muzic Circo” di Roberto Bellatalla con Daniele Cavallanti ed Edoardo Ricci. Lavora in Olanda e Inghilterra con Tristan Honsinger, Sean Bergin, Antonello Salis e Sandro Satta.
Ha realizzato una ventina di pubblicazioni registrate con diverse formazioni musicali. Si dedica all’improvvisazione sia radicale che jazzistica in dialogo con Danza, Pittura, Poesia, Teatro e Video. Guida il “Takla Jazz”.

MA LA PALLA E’ ROTONDA?

Laboratorio-spettacolo dagli 8 anni

Costo del biglietto: 5 €

Dicono che il gioco più bello del mondo sia il  calcio, basta vedere qualcosa che assomigli ad una palla e subito viene voglia di darvi un calcio.

Ma come si muove la palla in campo? Che cosa dice la “fisica del calcio”? Proviamo a scoprirlo con i giocattoli della Scatola di Einstein: dai giochi dei più piccoli fino ai gol dei grandi campioni!

Il Giardino della Scienza promuove attività rivolte a bambini e ragazzi per la divulgazione della scienza. Fondata da Giorgio Häusermann presenta con diverse attività il tema dell’apprendimento della fisica per mezzo dei giocattoli ai vari livelli scolastici e in festival scientifici.

RADIO K(ids) – Tutti in onda!

Ingresso: € 10 bambino + genitore

 

Laboratorio 6-12 anni

Con Luca Micheli, Sabrina Tinelli e Sara Zambotti – registi e conduttrice di Radio 2 RAI

 

La ascoltiamo mentre siamo a casa, in macchina e al supermercato.
Da dove arrivano quelle voci, quei suoni e quelle canzoni?
Chi fa e come si fa la radio?
Zona K si trasforma per un pomeriggio in uno studio radiofonico per svelare ai bambini e ai loro genitori i segreti della radio e farli partecipare a una “quasi-vera” diretta radio!

 

LUCA MICHELI, sound designer e musicista, è regista radiofonico (Radio 2) e consulente musicale per la tv ed eventi musicali.

SABRINA TINELLI, è regista di Caterpillar AM di Radio 2 e autrice televisiva. E’ stata regista e assistente alla regia di radiodrammi per Radio 3 e Radio Svizzera italiana.

SARA ZAMBOTTI, è conduttrice di Caterpillar di Radio 2, insegna Antropologia dei Media all’Università Bicocca.

PICCOLE MERAVIGLIE
quando i bambini diventano performer

ingresso: € 6,00 a persona

Pubblico max 90 tra adulti e bambini disposti a semicerchio sullo stesso livello dei performer.
Età: 0>100. Ottimale famiglie con bambini 0>7 anni
Musica: Tutti gli strumenti sono acustici. Non è richiesta amplificazione.
Durata: 45 minuti

Piccole Meraviglie è un progetto innovativo e sperimentale dell’associazione culturale
 Takla Improvising Group, attiva sul territorio lombardo dal 1998 
nella diffusione della pratica dell’improvvisazione di musica, danza, teatro e arti visive. Piccole Meraviglie è la versione made in Italy del progetto olandese Wonderland. Ha debuttato alla Triennale di Milano nel 2011 grazie al sostegno di Fondazione Cariplo nell’ambito del progetto di residenze Etre e ad oggi è stata vista e “vissuta” da circa 2.500 famiglie.

Si tratta di una performance di danza e musica dal vivo rivolta a bambini e genitori. Più che una performance per i bambini è una performance con i bambiniprevede un primo momento in cui i bambini sono solo spettatori di un evento improvvisativo di danza e musica dal vivo ed una seconda parte in cui bambini diventano performer. Tutto avviene attraverso la comunicazione non verbale e i bambini, una volta preso il coraggio di “entrare” in scena, diventano piccoli artisti che dialogano con i performer, comunicando con loro attraverso il corpo e i suoni.

Piccole Meraviglie è una filosofia di pensiero, che accoglie i bambini di ogni età e di ogni colore uniti dal linguaggio non verbale. Crea e favorisce l’integrazione, abbatte le barriere. È un modo di “fare” e “sentire” l’arte, la scena, il teatro.

CRISTINA NEGRO – danza e organetto
(Milano, 1963) Danzatrice, coreografa, formatrice. Laureata in Lettere Moderne. Formatasi in Italia e in Francia con Teri Weikel, Roberto Castello, Carolyn Carlson, Francoise e Dominique Dupuy. Dal 1998 docente presso l’Università degli Studi di Milano Bicocca all’interno della Facoltà di Scienze della Formazione. È vicepresidente dell’Associazione Culturale Takla Improvising Group finalizzata alla promozione e alla diffusione dell’improvvisazione tra le arti. Si occupa di formazione nelle scuole come docente all’interno del progetto internazionale Mus-e.

FILIPPO MONICO – batteria, percussioni, oggetti sonori
(
Milano, 1955) Attivo dai primi anni 70, ha collaborato assiduamente con Guido Mazzon, Gaetano Liguori, Giorgio Gaslini, Massimo Urbani, Danilo Terenzi, Paolino Della Porta, e numerosi altri musicisti partecipando a concerti e registrazioni tra gli altri con Enrico Rava, Paul Rutherford, Lester Bowie, Don Cherry, Steve Lacy, Evan Parker.
E’ stato nel “Muzic Circo” di Roberto Bellatalla con Daniele Cavallanti ed Edoardo Ricci. Lavora in Olanda e Inghilterra con Tristan Honsinger, Sean Bergin, Antonello Salis e Sandro Satta.
Ha realizzato una ventina di pubblicazioni registrate con diverse formazioni musicali. Si dedica all’improvvisazione sia radicale che jazzistica in dialogo con Danza, Pittura, Poesia, Teatro e Video. Guida il “Takla Jazz”.

GIANLUCA ELIA – sax tenore
(
Milano 1991Giovanissimo sassofonista di talentoha iniziato lo studio del sax e della musica a 11 anni quando un maestro illuminato aveva stimolato la nascita di un piccolo gruppo jazz in cui si praticava l’improvvisazione. Ha studiato con Rudy Manzoli, Giulio Visibelli . Attualmente studia Jazz al Conservatorio di Milano sotto la guida di Riccardo Luppi, Tino Tracanna, Attilio Zanchi, Giovanni Falzone e Paolo Silvestri. Tra gli altri progetti che sta sviluppando ci sono un tributo a Massimo Urbani e un trio sull’improvvisazione libera e la trasformazione degli standard.

 

Guarda anche IMPROVVISAZIONE.

 

TUTTI IN CLASSE

Chiacchierata con Alex Corlazzoli, il maestro di scuola che tutti vorrebbero avere!

Tra aneddoti e curiosità: un originale ritratto della vita dei nostri bambini a scuola.

E se qualche bambino vuole raccontare la scuola che vorrebbe, è benvenuto.

 

“Con questo libro racconto, senza tanti giri di parole, la vita dei miei alunni… Annotazioni di un maestro che ha scelto di stare dalla parte dei piccoli. Per la prima volta racconterò ciò che pensano delle loro mamme e dei loro papà, come vedono questa crisi economica e come sono pronti o meno ad affrontarla, che cosa desiderano ricevere davvero da Babbo Natale. Con una sola raccomandazione: non giudicare. Questo è “solo” un viaggio in un paese poco conosciuto” Alex Corlazzoli

 

Alex Corlazzoli è maestro, giornalista e scrittore.
Come “scuola” ha avuto le strade del mondo: i quartieri difficili di Palermo, le strade del Mozambico, Libano, Giordania e altri paesi. Collabora con Il Fatto Quotidiano e Altreconomia. Personaggio eclettico, si muove tra il volontariato in carcere e il consiglio comunale di Offanengo (CR).
In tutto questo, dice che il suo mestiere è l’insegnante.

 

Potete vedere una breve intervista del nostro ospite cliccando qui

VADO A SCUOLA

Potete vedere il trailer del film cliccando qui

 

Costo del biglietto: 3,00 €

Proiezione del film di P. Plisson, prodotto da Barthelemy Fougea. Distribuzione Academy Two

 

La storia di Jackson, Zahira, Samuel e Carlito, quattro bambini provenienti dalle savane del Kenya, dalle montagne del Marocco, dal sud dell’India e dagli altopiani della Patagonia, uniti dallo stesso sogno: andare a scuola e imparare!

Presentato al Festival di Locarno 2013, questo documentario ha stupito il pubblico per la sincerità con cui presenta queste quattro storie, così straordinarie per il mondo occidentale.

 

“Non pensate alla solita storia caramellosa e strappalacrime, studiata a tavolino per colpire al cuore gli occidentali ricchi (forse). “Vado a scuola” è un film bello, dove i bambini sono i protagonisti assoluti”  Cristina Lacava – iodonna.it

 

Pascal Plisson è un regista francese, documentarista. Nel 2003 ha realizzato il documentario “I Masai, i guerrieri della pioggia”; nel 2005 “I misteri di Clipperton” e nel 2012 “Safari”. Il suo ultimo film, Vado a Scuola, è stato presentato al Festival di Locarno del 2013.

 

PICCOLE MERAVIGLIE
quando i bambini diventano performer

ingresso: € 6,00 a persona

Pubblico max 90 tra adulti e bambini disposti a semicerchio sullo stesso livello dei performer.
Età: 0>100. Ottimale famiglie con bambini 0>7 anni
Musica: Tutti gli strumenti sono acustici. Non è richiesta amplificazione.
Durata: 45 minuti

Piccole Meraviglie è un progetto innovativo e sperimentale dell’associazione culturale
 Takla Improvising Group, attiva sul territorio lombardo dal 1998 
nella diffusione della pratica dell’improvvisazione di musica, danza, teatro e arti visive. Piccole Meraviglie è la versione made in Italy del progetto olandese Wonderland. Ha debuttato alla Triennale di Milano nel 2011 grazie al sostegno di Fondazione Cariplo nell’ambito del progetto di residenze Etre e ad oggi è stata vista e “vissuta” da circa 2.500 famiglie.

Si tratta di una performance di danza e musica dal vivo rivolta a bambini e genitori. Più che una performance per i bambini è una performance con i bambiniprevede un primo momento in cui i bambini sono solo spettatori di un evento improvvisativo di danza e musica dal vivo ed una seconda parte in cui bambini diventano performer. Tutto avviene attraverso la comunicazione non verbale e i bambini, una volta preso il coraggio di “entrare” in scena, diventano piccoli artisti che dialogano con i performer, comunicando con loro attraverso il corpo e i suoni.

Piccole Meraviglie è una filosofia di pensiero, che accoglie i bambini di ogni età e di ogni colore uniti dal linguaggio non verbale. Crea e favorisce l’integrazione, abbatte le barriere. È un modo di “fare” e “sentire” l’arte, la scena, il teatro.

CRISTINA NEGRO – danza e organetto
(Milano, 1963) Danzatrice, coreografa, formatrice. Laureata in Lettere Moderne. Formatasi in Italia e in Francia con Teri Weikel, Roberto Castello, Carolyn Carlson, Francoise e Dominique Dupuy. Dal 1998 docente presso l’Università degli Studi di Milano Bicocca all’interno della Facoltà di Scienze della Formazione. È vicepresidente dell’Associazione Culturale Takla Improvising Group finalizzata alla promozione e alla diffusione dell’improvvisazione tra le arti. Si occupa di formazione nelle scuole come docente all’interno del progetto internazionale Mus-e.

FILIPPO MONICO – batteria, percussioni, oggetti sonori
(
Milano, 1955) Attivo dai primi anni 70, ha collaborato assiduamente con Guido Mazzon, Gaetano Liguori, Giorgio Gaslini, Massimo Urbani, Danilo Terenzi, Paolino Della Porta, e numerosi altri musicisti partecipando a concerti e registrazioni tra gli altri con Enrico Rava, Paul Rutherford, Lester Bowie, Don Cherry, Steve Lacy, Evan Parker.
E’ stato nel “Muzic Circo” di Roberto Bellatalla con Daniele Cavallanti ed Edoardo Ricci. Lavora in Olanda e Inghilterra con Tristan Honsinger, Sean Bergin, Antonello Salis e Sandro Satta.
Ha realizzato una ventina di pubblicazioni registrate con diverse formazioni musicali. Si dedica all’improvvisazione sia radicale che jazzistica in dialogo con Danza, Pittura, Poesia, Teatro e Video. Guida il “Takla Jazz”.

GIANLUCA ELIA – sax tenore
(
Milano 1991Giovanissimo sassofonista di talentoha iniziato lo studio del sax e della musica a 11 anni quando un maestro illuminato aveva stimolato la nascita di un piccolo gruppo jazz in cui si praticava l’improvvisazione. Ha studiato con Rudy Manzoli, Giulio Visibelli . Attualmente studia Jazz al Conservatorio di Milano sotto la guida di Riccardo Luppi, Tino Tracanna, Attilio Zanchi, Giovanni Falzone e Paolo Silvestri. Tra gli altri progetti che sta sviluppando ci sono un tributo a Massimo Urbani e un trio sull’improvvisazione libera e la trasformazione degli standard.

 

Guarda anche IMPROVVISAZIONE.

 

PICCOLE MERAVIGLIE
quando i bambini diventano performer

ingresso: € 6,00 a persona

Pubblico max 90 tra adulti e bambini disposti a semicerchio sullo stesso livello dei performer.
Età: 0>100. Ottimale famiglie con bambini 0>7 anni
Musica: Tutti gli strumenti sono acustici. Non è richiesta amplificazione.
Durata: 45 minuti

Piccole Meraviglie è un progetto innovativo e sperimentale dell’associazione culturale
 Takla Improvising Group, attiva sul territorio lombardo dal 1998 
nella diffusione della pratica dell’improvvisazione di musica, danza, teatro e arti visive. Piccole Meraviglie è la versione made in Italy del progetto olandese Wonderland. Ha debuttato alla Triennale di Milano nel 2011 grazie al sostegno di Fondazione Cariplo nell’ambito del progetto di residenze Etre e ad oggi è stata vista e “vissuta” da circa 2.500 famiglie.

Si tratta di una performance di danza e musica dal vivo rivolta a bambini e genitori. Più che una performance per i bambini è una performance con i bambini: prevede un primo momento in cui i bambini sono solo spettatori di un evento improvvisativo di danza e musica dal vivo ed una seconda parte in cui bambini diventano performer. Tutto avviene attraverso la comunicazione non verbale e i bambini, una volta preso il coraggio di “entrare” in scena, diventano piccoli artisti che dialogano con i performer, comunicando con loro attraverso il corpo e i suoni.

Piccole Meraviglie è una filosofia di pensiero, che accoglie i bambini di ogni età e di ogni colore uniti dal linguaggio non verbale. Crea e favorisce l’integrazione, abbatte le barriere. È un modo di “fare” e “sentire” l’arte, la scena, il teatro.

CRISTINA NEGRO – danza e organetto
(Milano, 1963) Danzatrice, coreografa, formatrice. Laureata in Lettere Moderne. Formatasi in Italia e in Francia con Teri Weikel, Roberto Castello, Carolyn Carlson, Francoise e Dominique Dupuy. Dal 1998 docente presso l’Università degli Studi di Milano Bicocca all’interno della Facoltà di Scienze della Formazione. È vicepresidente dell’Associazione Culturale Takla Improvising Group finalizzata alla promozione e alla diffusione dell’improvvisazione tra le arti. Si occupa di formazione nelle scuole come docente all’interno del progetto internazionale Mus-e.

FILIPPO MONICO – batteria, percussioni, oggetti sonori
(
Milano, 1955) Attivo dai primi anni 70, ha collaborato assiduamente con Guido Mazzon, Gaetano Liguori, Giorgio Gaslini, Massimo Urbani, Danilo Terenzi, Paolino Della Porta, e numerosi altri musicisti partecipando a concerti e registrazioni tra gli altri con Enrico Rava, Paul Rutherford, Lester Bowie, Don Cherry, Steve Lacy, Evan Parker.
E’ stato nel “Muzic Circo” di Roberto Bellatalla con Daniele Cavallanti ed Edoardo Ricci. Lavora in Olanda e Inghilterra con Tristan Honsinger, Sean Bergin, Antonello Salis e Sandro Satta.
Ha realizzato una ventina di pubblicazioni registrate con diverse formazioni musicali. Si dedica all’improvvisazione sia radicale che jazzistica in dialogo con Danza, Pittura, Poesia, Teatro e Video. Guida il “Takla Jazz”.

GIANLUCA ELIA – sax tenore
(
Milano 1991) Giovanissimo sassofonista di talento, ha iniziato lo studio del sax e della musica a 11 anni quando un maestro illuminato aveva stimolato la nascita di un piccolo gruppo jazz in cui si praticava l’improvvisazione. Ha studiato con Rudy Manzoli, Giulio Visibelli . Attualmente studia Jazz al Conservatorio di Milano sotto la guida di Riccardo Luppi, Tino Tracanna, Attilio Zanchi, Giovanni Falzone e Paolo Silvestri. Tra gli altri progetti che sta sviluppando ci sono un tributo a Massimo Urbani e un trio sull’improvvisazione libera e la trasformazione degli standard.

 

Guarda anche IMPROVVISAZIONE.

 

 

 

 

 

 

 

 

TRA MUSICA E MEMORIA

Laboratorio musicale per bambini dai 7 ai 10 anni
(20 posti disponibili, € 5.00 a bambino)

Da sempre il canto è fortemente presente nella celebrazione di ogni festa ebraica.
Il canto e la musica diventano uno strumento per avvicinare i bambini alla tradizione ebraica in occasione della Giornata della Memoria.
Un modo diverso per ricordare e conoscere, perché nel momento del canto l’età non conta più: tutti sono bambini quando si canta.
Dopo una breve introduzione su chi sono gli Ebrei, si insegneranno una o più canzoni inerenti la tradizione ebraica.
Non sono richieste conoscenze specifiche, né riguardo al canto né riguardo alla lingua e alle tradizioni ebraiche: gli unici requisiti sono la voglia di cantare e di stare insieme.

A cura del musicista Manuel Buda, in collaborazione con Shorashim.

NATALE GLOBALE,
NATALE SPECIALE!

Laboratori creativi e favole per un Natale di tutti!

PLAY-K(ids) 13/14 presenta:
Laboratori creativi e favole per un Natale di tutti!
per bambini dai 3 ai 10 anni | 5,00€ a laboratorio
prenotazione consigliata: biglietti@zonak.it 02.97378443

Grano, legno, parole, stoffa, carta e biscotti. Per una giornata un po’ speciale che porta grandi e piccoli dentro il profumo e la magia di un Natale “globale” con tradizioni dall’Europa e dal Mondo.

I LABORATORI INIZIANO OGNI ORA: 15.00, 16.00 E 17.00

SUD – partendo da un racconto i cui protagonisti sono animali africani, i bambini apprenderanno diverse tecniche illustrative per rappresentarne, con le loro mani, il bel finale. La loro creazione diverrà un dono da impacchettare e dedicare a qualcuno di caro.

EST – Dalla tradizione croata, un laboratorio per creare origami natalizi di colore bianco e rosso e il tipico “giardinetto natalizio” che si prepara per la tavola di Natale e si conserva fino all’arrivo dei Re Magi.

NORD – Weihnachtskranz e biscotti per raccontare una storia legata all’Avvento, con il calore di una fiamma e il profumo di cannella. E poi decorazioni per l’albero che partono dalla Germania per arrivare alla lontana Finlandia.

OVEST – Tante favole, corte, lunghe, natalizie e per tutti i giorni, da paesi vicini e lontani. Da ascoltare tra un laboratorio e l’altro per riposarsi un po’ e farsi coccolare dalle parole.

in collaborazione con:
ART TOO,
de.de.p design democratico e partecipato
e
comunità croata in italia – milano

PLAY-K(ids)
“NUOVI MONDI”

Per il terzo anno consecutivo ZONA K ha proposto PLAY-K(ids) rassegna culturale di incontri, laboratori, spettacoli, film dedicata a più generazioni.

Un grazie speciale va a tutti coloro che hanno partecipato, come pubblico e come ospiti!

PLAY-K(ids) è come un gioco in scatola al quale possono partecipare tutti da 0 a 99 anni, propone un nuovo modo di stare insieme.

PLAY-K(ids) crede che la cultura non sia solo per gli adulti e che la trasmissione di sapere, memoria, esperienza sia un meraviglioso modo per imparare e crescere, così come condividere idee impressioni, progetti e stupore dei più giovani sia un incredibile stimolo creativo per gli adulti.

Per non dimenticare che “è molto più facile imparare ridendo” – come diceva Gianni Rodari – e che la cultura può essere anche gioco, PLAY-K(ids) affianca gli incontri con laboratori creativi, spettacoli, film, giochi e movimento. Dove saranno i più piccoli a trasmettere entusiasmo, curiosità, libertà agli adulti.

Una domenica al mese, da novembre 2013 a maggio 2014, PLAY K(ids) ha invitato artisti, giornalisti, scrittori, personaggi della cultura e della scienza e li ha fatti chiacchierare con un pubblico di bambini, ragazzi e adulti. Un confronto inusuale di idee ed età diverse. Quest’anno sono stati con noi: ART TOO, de.de.p design democratico e partecipato, la Comunità Croata in Italia – Milano, i TAKLA Improvising Group, Manuel Buda, Alex Corlazzoli, Luca Micheli con Sabrina Tinelli e Sara Zambotti di RAI Radio 2, Giorgio Häusermann  e il Giardino della Scienza, Viola Cajo De Cristoforis, Marianna Corte e Gabriella Panigoni.

 

PLAY K(ids) tornerà a ottobre.
Nel frattempo vi auguriamo un’estate bellissima!!

EUROPAMI – Europei si nasce, cittadini si diventa!

ore 11.00 / Gioco a squadre – GRATUITO –
Giochi senza frontiere alla scoperta dell’Europa
a cura di ZONA K con il supporto di Europe Direct

Tra caccia al tesoro e giochi a quiz si attraverseranno confini e costumi
per conoscere e capire il nostro “caro vecchio” e nuovo continente.

 

ore 16.00 / Laboratorio – GRATUITO –
Gocce di attivismo urbano
a cura di Radiomamma

Un laboratorio per trasformare in gioco quello che ogni giorno si può
fare per rendere la nostra città più bella e vivibile per tutti.

 

ore 17.00 / Incontro – GRATUITO –
Cittadini si diventa!
con Chiara Bisconti – Assessora al Benessere, Qualità della vita, Sport e Tempo libero del Comune di Milano,
Vanessa Senesi – Consiglio di Zona 9 e
Giovanna Mizzau – Consiglio di Zona 9 dei Ragazzi e delle Ragazze

Cosa significa prendersi cura della propria città per un assessore?
E per un bambino? Un dialogo tra grandi e piccoli con aneddoti,
curiosità, consigli e suggerimenti per trasformare la nostra Milano
in una vera città europea.