Associazione ZONA K

chi siamo

ZONA K nasce a Milano nel 2011 come spazio culturale dedicato allo scambio tra diverse discipline artistiche e culturali. Ospita eventi e azioni di teatro, cinema, danza, musica, arte visiva, con particolare attenzione alle espressioni e alle riflessioni contemporanee sul presente. Dal 2012, offre rassegne teatrali per adulti e bambini. Nel 2014, in controtendenza con i teatri tradizionali e off, imposta il suo lavoro su FOCUS tematici e apre lo sguardo al mondo, ospitando alcuni artisti dell’ avanguardia europea impegnati in un teatro che guarda al presente, che coinvolge in diverse forme e misure il pubblico, che utilizza dispositivi tecnologici per nuove forme di godimento artistico, che abita in luoghi non convenzionali.

La formula tematica dei FOCUS consente uno spazio visibile e riconoscibile in città e, d’altra parte, permette di proseguire le attività dell’associazione basate sulla formazione, residenze per aziende e artisti, relazioni sempre più strette con il quartiere, ricerca artistica e culturale in modo interculturale, piccole produzioni e co-produzioni con artisti internazionali.

Sin dalla prima produzione di “Remote Milano” dei Rimini Protokoll nel 2014 (replicata nella versione inglese durante EXPO 2015), le collaborazioni con artisti stranieri si sono succedute nel corso degli anni fino ad oggi: Roger Bernat, Agrupacion Senor Serrano, Milo Rau, Yan Duyvendak, Gob Squad, El Conde de Torrefiel, Willi Dorner, Berlin, NO99.

Nel corso degli anni, ZONA K ha attivato collaborazioni e rapporti con numerose organizzazioni, da strutture indipendenti a quelle più istituzionali nel campo artistico, culturale e sociale. Tra questi: Triennale Teatro dell’Arte, Stanze, Festival Danae, Teatro Franco Parenti, Olinda / Teatro La Cucina, Mare Culturale Urbano, CLAPSpettacolo, Stratagemmi Prospettive Teatrali, Lapsus ass. promozione sociale, Festival dei Diritti, Università Cattolica (Milano), Istituto Nazionale Ferruccio Parri (Milano), Centro Studi Politica Estera e Opinione Pubblica, Università degli Studi di Milano, Università Bocconi, Asnada, Cooperativa Diapason, ASSPI, Cooperativa Stripes. Le collaborazioni si concretizzano in diverse forme: una pianificazione comune, partecipazione a bandi di finanziamento in partnership, ospitalità reciproca, programmazione condivisa.

Nel 2016 ZONA K ha vinto il premio Rete Critica per il miglior progetto organizzativo dell’anno. Nel 2017 è tra i candidati selezionati e finanziati dal bando “MigrArti seconda edizione” per le arti dello spettacolo, con il progetto “generazioneGlocale”, che si svolge nell’ambito di Estate Sforzesca.

Nel 2018 ZONA K ha vinto il premio “Altre Muse” di Hystrio «[…] con testardaggine e coerenza, è stato in grado di conquistare la fiducia di importanti artisti sulla scena nazionale e internazionale, ma anche di tenere d’occhio i nuovi gruppi , stabilendo importanti alleanze con altre realtà cittadine. L’attenzione alla performance e ad un teatro che parla di contemporaneo sono le caratteristiche salienti dell’identità di ZONA K, una delle poche realtà nazionali che ha fatto di una pianificazione rigorosa e tenace il suo punto di forza. Un progetto che è felicemente realizzato, piuttosto che nella revisione tradizionale, in FOCUS tematico è declinato all’interno di temi macro. »

L’attività di ZONA K nel corso degli anni è stata supportata da: Comune di Milano, Regione Lombardia, Fondazione Cariplo, C.L.A.P.Spettacolo dal vivo, Mibac. Nel luglio 2018 ha ottenuto il sostegno di Fondazione Cariplo con il progetto “Diffusione Partecipata” in collaborazione con Stanze, Lapsus e Stratagemmi per un teatro diffuso e partecipato e rivolto soprattutto a un pubblico di under 30. Sempre nel luglio 2018 ha ottenuto l’assegnazione di un contributo del Mibac per il triennio 2018/2020, nel settore Promozione, in partnership con il Mare Culturale Urbano e con Perspettive Teatrali; dalla Regione Lombardia nell’ambito del bando unico, settore della promozione educativa e culturale, per il progetto “Teen Time” in collaborazione con Goethe Institut, Lapsus e Cooperativa Stripes.

Nel triennio 2018-2020 ZONA K è partner del Centro di Residenza della Lombardia, selezionato dalla Regione Lombardia, grazie al progetto multidisciplinare “Intercettazioni”, presentato dall’aggregazione di Circuito CLAPS come leader, e Teatro delle Moire, Milano Musica e Circolo Industria Scenica come partner.

Nel febbraio 2019 ZONA K si aggiudica l’importante bando di gara per la concessione in uso dell’edificio denominato “Casa degli Artisti” sito in Corso Garibaldi 89 / via Tommaso da Cazzaniga a Milano. La gestione del meraviglioso edificio a tre piani di oltre 1.300 metri quadrati è assegnata all’ATS che vede ZONA K come leader e punto di riferimento interno per l’arte teatrale.
CASA DEGLI ARTISTI aprirà nell’autunno 2019, 110 anni dopo la sua fondazione, come centro di residenza interdisciplinare e internazionale, volto a promuovere e sviluppare l’interazione tra arte e cultura. Un luogo che mette in discussione il valore dell’arte come bene comune e ricerca nuove forme di relazione con la società e il territorio attraverso diversi modelli di partecipazione e inclusione.